azienda

Majorano nasce nel 1947 come azienda di cavi e fili smaltati per avvolgimento motori.
Negli anni diventa polo di riferimento per il centro-sud Italia nella distribuzione di materiale elettrico, affermandosi come una delle realtà più significative nel settore.

La gamma di servizi costruiti su misura per i diversi operatori del settore, come industrie, installatori, progettisti e architetti, e l’attenzione dedicata alle attività di pre e post vendita, rendono oggi Majorano un’azienda in grado di garantire prodotti che rispondono ai più alti standard qualitativi.

Cerca lo store più vicino

LA NOSTRA STORIA

Fondata a gennaio del 1947 come agenzia Pirelli di cavi e conduttori smaltati, in seguito ad un grave incendio nel 1971 che devastò i locali originari ubicati negli scantinati della società Risanamento di Napoli, il fondatore Dott. Antonio Majorano (classe 1922) acquistò un intero immobile in Via Galileo Ferraris da adattare alle esigenze dell’azienda e allo sviluppo del lavoro stesso.
Nel novembre del 1983 entrava in azienda il figlio primogenito. Angelo Majorano, allora venticinquenne, neolaureato con lode in Ingegneria Elettrotecnica, conferì all'azienda nuove specializzazioni e diversificazioni come le cabine di trasformazione MT/bt, l'automazione ed il controllo, consolidando così il ruolo di società leader nel settore industriale in Campania e nel centro meridione. Nel periodo che intercorse fra il 1983 e il 1991 - nel frattempo la società si era trasformata in S.p.a. in seguito all’entrata in azienda del secondogenito Massimo laureatosi in Economia - la sede in via Galileo Ferraris, per le moltiplicate esigenze logistiche, si rivelò insufficiente tanto da costringerne il trasferimento in altra sede più idonea. All'insegna di tali necessità, il 1°settembre 1993 la Majorano acquistava e si trasferiva nell’attuale sede di via Argine su una superficie di 8000mq coperti, in una posizione strategicamente collegata con i maggiori nodi autostradali.
Con l’entrata in azienda dei figli, il Dott. Majorano non riduce il suo impegno, anzi, ancor più motivato, contribuisce con l’esempio ed un’incrollabile costanza, alla crescita degli ultimi anni, e questo fino a pochi mesi dalla sua scomparsa, il 20 giugno 2009. Con lui - come qualcuno lo ha definito, gentiluomo di altri tempi - se ne andava un pezzo di storia del materiale elettrico a Napoli.
L’apertura della sede di via Argine, già a quei tempi in grado di sostenere la progressiva crescita dell'azienda, lo showroom di illuminazione inaugurato nel 1996, e l'inserimento di nuovi prodotti come la telefonia e la trasmissione dati, consentirono un indiscusso salto di qualità in termini di servizio e di organizzazione, imprimendo negli anni a venire una importante accelerazione al fatturato malgrado l'oggettiva riduzione del tessuto industriale campano.
La seconda metà del 1997 vede l'apertura della società operativa Elettrocosenza (ora Majorano Calabria), scelta cruciale che darà all'azienda una dimensione ed un respiro decisamente interregionale. Nel 1999, con l'apertura della filiale di Frosinone, viene definitivamente confermata la strategia di copertura del territorio che, già nei due anni successivi, vede l'apertura delle filiali di Avellino, Battipaglia e Formia. Attualmente il gruppo Majorano è presente in tre regioni con 16 punti vendita ed uno stabilimento di produzione di cabine elettriche prefabbricate in provincia di Caserta.

majorano_azienda_vintage